PALLA IN MANO A GIUSEPPE BEGANI: E’ LUI IL MANAGER DELLA SERIE B

Si potrebbe definire un gradito ritorno a casa quello di Giuseppe “Beppe” Begani, pronto a ricoprire per la stagione 2020 il ruolo di Manager della Serie B della Farma Crocetta. Proprio tra i Leoni di San Pancrazio era cominciata la sua avventura nel mondo del coaching, precisamente nel 2009, quando il Direttore Sportivo Cristian Ronchini gli aveva affidato la panchina della squadra U18, rimasta poi sua fino al 2012. In parallelo Begani, tra il 2011 e il 2012, andava maturando una certa esperienza a livello Seniores, fungendo da bench coach dell’allora manager di Serie A2 Danilo Gradali. Insieme, nel 2014 avrebbero poi conquistato il titolo italiano nella categoria Cadetti. Gli ultimi tre anni il nostro “Beppe” li ha trascorsi alla guida della Serie B della Junior Parma, dove ha raggiunto i playoff e ha potuto coltivare svariati talenti al fianco di Francesco Cavazzini. Col 2020 comincia per lui una nuova grande avventura!!

Allora Beppe come ti senti? Cosa si prova ad attraversare nuovamente i cancelli dei campi Stuard? Forse ti mancava troppo questa gabbia di leoni per poterne stare ancora alla larga?

“Se devo essere sincero alla fine della passata stagione avevo deciso di prendermi una pausa dal baseball, sentivo come il bisogno di dover staccare un attimo. La proposta della Crocetta tuttavia, ha cambiato le carte in tavola e mi ha restituito voglia e forze per mettermi nuovamente in gioco. Lo ammetto, qualsiasi altra squadra mi avesse cercato, avrei prontamente rifiutato. Non appena Cristian Ronchini mi ha presentato il progetto, ho invece accettato il ruolo di Manager della Serie B”.

Qui ritrovi tanti volti noti, ragazzi che hai allenato e cresciuto nelle giovanili della Farma. Pensi che questo possa rappresentare un valore aggiunto nella costruzione del gruppo e della squadra?

“Assolutamente!! Ritrovo tanti ragazzi che ho avuto il piacere di veder crescere e fare il salto di categoria, ragazzi con la testa sulla spalle, che quest’anno avrebbero potuto giocare altrove e invece hanno deciso di sposare questa causa. Ho fiducia nel fatto che, comunque andranno le cose, remeremo sempre tutti nella stessa direzione”.

Che obiettivi vi siete posti per la stagione 2020?

“Inutile nascondersi, la Crocetta mi ha messo a disposizione una squadra e uno staff tecnico di primissimo livello, ragion per cui gli obiettivi devono per forza essere alti. Questo non significa che affronteremo un Campionato facile anzi, spesso saremo messi in crisi dalla mancanza di ritmo. Dovremo essere bravi a rimanere concentrati e ad abituarci a queste situazioni, dalle quali usciremo solo facendo gruppo”.

E dello staff tecnico cosa vuoi dirci? Sappiamo che siete riusciti a tenervi stretto anche Mazzoni …

Sono felice che una figura chiave come “il Mazzo” Andrea Mazzoni sia rimasta nello staff, non solo per il suo valore tecnico ma anche per il suo spirito di appartenenza alla maglia, come sono entusiasta di poter essere affiancato in questa avventura dai fratelli Acosta, da Fabrizio “Brix” Adorni e da Lorenzo “Luto” Casoli. Su Brix non serve dilungarsi, il suo nome nel panorama del baseball italiano lo conosciamo tutti … Con Luto ho giocato qualche anno e, oltre ad intendersene parecchio di baseball, sono sicuro possa rivestire un ruolo chiave nello spogliatoio.

Beppe non ci resta che farvi un grosso “in bocca al lupo” e augurarci che i Leoni tornino a ruggire!!

Grazie mille!! Ci vediamo sui campi.