La Farma si complica la vita. Arriva la prima doppietta per la Carpana Impianti

Della serie … la serie che non t’aspetti. Che quella con Novara fosse insidiosa per la carica con cui era arrivata al Fainardi l’ultima della classe dopo le tre vittorie consecutive era stato preventivato ma che l’esito fosse una sonora doppia sconfitta (10-3 e 8-1), no. Da un possibile giubilo per la salvezza già alla terzultima giornata a una situazione più complicata con Novara ora a due sole partite di ritardo dalla Farma, in parità negli scontri diretti ma con il TQB migliore, ora agganciata al penultimo posto dall’Oltretorrente. Ci sarà da soffrire ancora. Sono bastati due inning per far squagliare la Farma: il 5° di gara1 e il 1° di gara2. Una volta andata sotto, la squadra si è persa e non è più stata in grado di reagire. Non sono serviti a nulla i 20 strike out complessivi, 10 a testa, dei due partenti Bocchi e Guerra in 5rl ciascuno in quanto Bocchi è stato anche toccato abbastanza bene e in gara2 sono stati gli errori, ben 6, a pesare oltre a una partenza frenata del venezuelano. A questo si aggiunga che Novara ha rubato di tutto e di più: il primo colto rubando è stato opera di Ruggeri, in terza, al 7° inning di gara1 dopo la bellezza di complessive 14 basi rubate novaresi (che tali resteranno). L’esito pareva essere diverso dopo che la Farma era passata sul 2-0 al 2° inning di gara1grazie a 3 valide su Visentin. Novara ha accorciato al cambio campo sul triplo di Tealdi ed è andata sopra 3-2 al 5° quando non sono bastati tre kappa di Bocchi in quanto il secondo è coinciso con un lancio pazzo e il terzo con una palla mancata che hanno fatto avanzare i corridori, fino al punto, mentre il punto del vantaggio è arrivato su un balk. Novara è andata poi sul 5-2 al 6°, il quinto punto su un altro triplo di Tealdi sull’appena entrato Bramini, con la Farma che con tre valide al cambio campo accorcia sul 3-5 ma lascia due corridori in posizione punto. Al 7° l’epilogo con Bramini e Fasan che vedono passare nel box dieci uomini di cui cinque fanno il giro completo delle basi. Tre singoli subiti e un errore di assistenza in prima al 1° inning hanno spianato la strada a Novara subito in vantaggio 3-0 in gara2. Su Buffa, gara completa, la Farma ha prodotto soltanto sei valide, tra cui il doppio di Ziveri che all’8° ha mandato a punto Bozzani in base su errore, e subito 15 eliminazioni al piatto frutto, anche, di una cattiva selezione dei lanci. Novara ha potuto allungare sul 5-0 al 5° e sull’8-0 al 7°, su La Rocca. Chiusura per Azzali.

E’ tornata al successo la Carpana Impianti in serie A2. Nel recupero è arrivata la doppietta, prima in A2, contro Malnate, ultima in classifica, che così si allontana a 3.5 partite di distacco. Sudatissima la vittoria in gara1 (5-4). Kids sul 2-0 al primo attacco e 3-0 al 4° dove c’è stata la reazione Malnate (3-2) che ha poi pareggiato al 5°. Altri due punti Kids al 6° e tentativo di rimonta lombardo fermato a un solo punto, con due out, nell’ultimo attacco utile con Malnate che lascia tre corridori sulle basi. Bene la coppia Tagliavini-Aroldi, quest’ultima la vincente, in pedana con sole 4 valide concesse. Ottima Mancastroppa nel box con 3/4 e un punto battuto a casa. Più agevole la seconda vittoria con una quasi perfetta Mancastroppa. Martina si è portata a casa la vittoria con gara completa, shutout (4-0 il finale) e una sola valida concessa, nessuna base e 11 kappa. Media mille per Chiara Lombardi in battuta (2/2).

сопровождение сайта этосоусы для пасты рецептыгазовые конденсационные котлывзуття дніпропетровськтоп видеокарт 2018 2018новости стоматологии