FARMA CROCETTA KO A POVIGLIO: MA QUANTE RECRIMINAZIONI IN GARA 1

Non basta la vittoria dell’U18 di settimana scorsa e il relativo passaggio ai playoff dei ragazzi di Audio Acosta, Michele Bramini, Mario Frambati e Fabrizio Adorni per consolare una Farma Crocetta che rientra da Poviglio scornata e molto demoralizzata. Una doppia sconfitta pesante, che potrebbe influire tantissimo sul Campionato dei Leoni, ora chiamati a vincere tutte e quattro le partite restanti, sperando che Poviglio inciampi in uno degli ultimi sei appuntamenti che la vedranno protagonista. Dati alla mano al momento la Crocetta sarebbe ancora in testa al girone, con 9 vittorie a fronte di sole 3 sconfitte, con Poviglio subito alle spalle forte del suo record di 7 vittorie e 3 sconfitte. Poviglio tuttavia deve recuperare due partite contro il fanalino di coda Pastrengo e vincendole, al netto degli scontri diretti, si porterebbe al comando della classifica.

La doppia sconfitta subita domenica dalla squadra di Begani matura quasi completamente in gara uno, in un match segnato da diversi episodi chiave che tagliano le gambe ai leoncini. Un errore di tiro, uno di guanto, una dormita sulle basi e una sciagurata corsa verso casa su rilancio del ricevitore, tengono aperta una partita che si protrae fino agli extra-inning, quando la Crocetta viene condannata alla sconfitta dalla regola anti-baseball per eccellenza, il tie-break. Finisce 6-5 per i padroni di casa, con tante recriminazioni per un arbitraggio di livello bassissimo. Non deve essere questo un alibi alla giornata no del lineup Crocettiano ma un’ulteriore dimostrazione di quanto i direttori di gara siano impreparati a stare sui diamanti italiani, specie nelle serie minori, dove se da un lato la loro scarsissima conoscenza del baseball raramente influisce sul risultato, dall’altro in una partita tirata si rende per forza di cose protagonista in negativo. Gara 2 pare essere una diretta conseguenza della sconfitta maturata in gara 1, con la Crocetta che non riesce mai ad entrare davvero in partita. Poviglio controlla il punteggio senza andare sotto pressione e manda in archivio un 5-0 che gli regala un finale di stagione da favola.